Ingresso alla scuola elementare, i prerequisiti dell’apprendimento

Home/Articoli in evidenza, Logopedia/Ingresso alla scuola elementare, i prerequisiti dell’apprendimento

Ingresso alla scuola elementare, i prerequisiti dell’apprendimento

Oggigiorno sentiamo molto spesso parlare di disturbi specifici dell’apprendimento DSA, disturbi specifici di linguaggio, ma poco ci viene spiegato rispetto a quelli che sono i prerequisiti dell’apprendimento; ovvero la cassetta degli attrezzi che ogni bambino dovrebbe avere prima dell’ingresso alla scuola elementare.

Oggi ci occuperemo delle abilità metalinguistiche. In particolare le abilità metafonologiche sono un insieme di abilità strettamente collegate che evolvono a partire dai 4-5 anni, presentano una marcata eterogeneità nei profili individuali di sviluppo e rappresentano un prerequisito importante per l’apprendimento della lettura e della scrittura. 

Intorno a 4 anni i bambini sono consapevoli che le frasi si dividono in parole e riconoscono i suoni che formano il loro nome.

A 5-6 anni i bambini dividono le parole in sillabe, riconoscono la sillaba iniziale, contano il numero delle sillabe che formano una parole, identificano alcune lettere e sanno classificare la parola in base alla rima.

La funzione metalinguistica si esercita semplicemente ogni volta che si spiega il significato delle parole e si guidano i bambini a “giocare” sulle strutture linguistiche.

Il bambino compie operazioni metalinguistiche quando: chiede il significato delle parole, fa giochi di parole e di rime, impara a pronunciare correttamente i suoni, fa concordanze tra maschile e femminile, singolare e plurale o individua assonanze e differenze tra le parole.

Come possiamo fare apprezzare la lingua attraverso il gioco?

  • Cercate nomi con significato diverso al maschile e femminile: Foglio-foglia, velo-vela ecc.
  • Scegliete una sillaba e a turno trovate una parola che inizi con quella sillaba es /ba/ banana, barca ecc.
  • La catena di parole: a turno individuate una parola che inizi con la sillaba finale della parola precedente es. mela-lago-gola ecc.
  • Giocate a tagliare le parole e a dividerle in sillabe: rosa ro-sa.
  • Create insieme al bambino Rime e filastrocche come questa

C’è una chioccia nel pollaio c’è

c’è un topino nel solaio

c’è il maiale nel porcile e l’agnello nell’ovile.

c’è un gattino sopra il tetto

 e c’è un bimbo nel suo letto

Gli studi hanno evidenziato che i bambini, con buone competenze metafonologiche, sono facilitati nell’apprendimento della lettura.
Esiste infatti una correlazione altamente significativa tra la  capacità di riconoscere correttamente i suoni e le abilità di scrittura e lettura nel primo anno della scuola primaria.

Dott.ssa Marta Natalucci Logopedista
Cell. 3454729270
Email. martanatalucci93@gmail.com

Bibliografia

  • La costruzione della lingua scritta nel bambino, E. Ferreiro, A. Teberosky
  • Stella Giacomo, Biancardi Andrea, Le difficoltà di lettura e scrittura, Omega Edizioni, 1994.
  • Reffieuna Antonella, Come funziona l’apprendimento, Erickson, Trento, 2012.
  • Ferreiro Emilia, Alfabetizzazione. Teoria e pratica. Raffaello Cortina Editore, Milano 2003.
  • Scalisi T.G., Pelagaggi D., Fanini S., Apprendere la lingua scritta: le abilità di base, Carocci, Roma, 2003
  • Pascucci Marina, Come scrivono i bambini, Carocci, Roma, 2005.
  • Filosofia degli interventi tra etica, valori personali ed evidenza scientifica ,Ciro Ruggerini