I Foodbusters, recuperano il cibo in eccesso degli eventi e lo portano alle mense sociali delle Marche e oltre

Home/Acquisti per Mamma e Bimbo, Articoli in evidenza/I Foodbusters, recuperano il cibo in eccesso degli eventi e lo portano alle mense sociali delle Marche e oltre

I Foodbusters, recuperano il cibo in eccesso degli eventi e lo portano alle mense sociali delle Marche e oltre

Assistiamo spesso all’enorme spreco di cibo, lo scempio che si ripete alle occasioni importanti come matrimoni, cene aziendali, celebrazioni ed altri eventi, in cui si mangia e si beve in quantità eccessiva, e quel che è ancora più grave, come dice Diego Ciarloni, presidente della Onlus Nazionale Foodbusters, è che il cibo servito ai tavoli durante il banchetto, rappresenta solo la punta dell’iceberg.

Parte del cibo cotto e pronto per essere consumato resta in cucina con il forte rischio che venga tutto gettato nel pattume.

I Foodbusters, gli acchiappacibo grazie ad’idea del presidente Diego Ciarloni e Simona Paolella, sono la prima associazione Onlus di recupero cibo nelle Marche, fra le primissime in Italia.

Chiamare i Foodbusters significa quindi decidere di far parte di un mondo di folli “supereroi” che, compiendo un gesto di generosità equa e solidale a 360°, pensano che sia giusto impegnarsi per provare a contribuire ad una giusta causa.

Dunque, sottrarre cibo allo spreco significa eco-sostenibilità, ovvero attivare un circolo virtuoso: il potenziale alimento-rifiuto mantiene le sue qualità intatte divenendo risorsa che sfama, offre un’occasione di reintegro sociale e crea valore etico.

Donare il cibo in eccesso, inoltre, rende ogni evento più gradevole in chi vi partecipa e un’importantissima testimonianza di valori etici in chi decide di scommettere insieme ai Foodbusters sul recupero, siano essi coppie di sposi, aziende o organizzatori di eventi.

Come funziona in pratica chiamare i Foodbusters?

Gli sposi, gli organizzatori dell’evento o responsabili dell’azienda mettono in contatto i Foodbusters con il ristorante, l’hotel o il catering della location scelta.

I volontari Foodbusters arrivano al taglio della torta, con furgone attrezzato, contenitori e tutto il materiale necessario per collaborare con i responsabili di cucina della struttura e prelevare il cibo, e conservarlo integro e consegnarlo qualche ora dopo alla Caritas o alla mensa sociale più vicina, preventivamente contattata.

É importante sostenere i Foodbusters con una donazione, simile alle bomboniere solidali, gli sposi o gli organizzatori possono liberamente donare alla Onlus un tot ad invitato, e sostenere così tutti  i progetti che hanno bisogno di fondi e risorse.

I volontari sono e restano volontari, persone comuni con un lavoro e una professione, che si mettono a disposizione durante il week end, spesso dopo la mezzanotte, per portare il cibo dall’evento alle mense sociali, su tutto il territorio Marchigiano e oltre.

Le persone fisiche, e dunque per esempio, gli sposi possono portare in detrazione la donazione ottenendo il 35% , attraverso il bonifico all’Associazione e alla ricevuta della Onlus.

I vantaggi per il Ristorante

  • Risparmio sui Tributi Comunali, TARI. Grazie alla recente normativa i Comuni potrebbero disporre della riduzione dei tributi relativi allo smaltimento rifiuti per chi si impegna ad abbattere gli sprechi alimentari, come da Legge del 19 agosto 2016 n.166.
    Ogni attività di ristorazione può segnalare al Comune di competenza la collaborazione con i Foodbuster, presentare la documentazione relativa e godere di questo vantaggio economico.
  • Le persone giuridiche, esempio i ristoranti, come quelle fisiche possono portare in detrazione del 35% la loro donazione a Foodbusters, contribuendo anche loro a sostenerla.
  • I ristoranti possono rendere consapevoli i propri clienti che la propria attività a zerosprec0, un nuovo vero valore aggiunto senza paragoni per ogni attività affiliata.
  • Il ristorante viene inserito nel database e rintracciabile sul nostro sito fra i ristoranti a spreco 0 del territorio con tutto ciò che questo comporta.
  • Essere affiliata a Foodbusters significa essere inoltre un’impresa ecologica. Infatti con il recupero cibo, si contribuisce a diminuire le emissioni di CO2 dovute allo spreco di energia per il trasporto, stoccaggio e smaltimento delle eccedenze alimentari.
  • Il ristorante beneficerà del valore della solidarietà contribuendo contemporaneamente a sfamare con la qualità del proprio cibo, chi si trova in difficoltà, ad agevolare gli operatori delle mense sociali sempre più carichi di lavoro e ad alimentare il reintegro sociale.
  • On line sulla pagina Facebook Foodbusters trovate i video live del recupero e della consegna del cibo, ad ogni ora del giorno. Questo materiale e altri contenuti marketing possono essere utilizzati dai ristoranti per la loro comunicazione, per avvicinare nuovi i clienti e condividere una mission importante come quella della solidarietà e della beneficenza consapevole.

32 mense sociali servite Mappa Mense Sociali

Associazione Foodbusters Onlus.