Cistite, scopri le cause e i rimedi con la Dott.ssa Ostetrica Giulia Morelli

Home/Articoli in evidenza, Ginecologia, Ginecologia da aggiungere a ginecologia, Ostetricia, Salute, Sono incinta! - mettere su ginecologia/Cistite, scopri le cause e i rimedi con la Dott.ssa Ostetrica Giulia Morelli

Cistite, scopri le cause e i rimedi con la Dott.ssa Ostetrica Giulia Morelli

Si calcola che circa il 10-20% delle donne soffrirà di cistite o di un’infezione del tratto urinario almeno una volta nella vita e con l’avanzare dell’età si stima che questa percentuale aumenti notevolmente, soprattutto dopo i 60 anni. Una delle cause potrebbe essere riconducibile alla mancanza estrogenica dovuta alla menopausa che rende le mucose più sensibili e a rischio d’infezione.

La cistite può verificarsi sporadicamente in modo acuto e risolversi spontaneamente oppure, nella peggiore delle ipotesi, cronicizzarsi e ripresentarsi frequentemente, soprattutto se i primi episodi sono stati trascurati. In questi casi l’infezione batterica potrebbe trasformarsi in un problema ben più serio e pericoloso risalendo nella parte superiore dell’apparato urinario, fino ad arrivare ai reni.

Generalmente il disturbo si presenta come un continuo e doloroso bisogno di urinare. In particolare i sintomi correlati a questo problema implicano un aumento del numero di minzioni caratterizzate però da un volume ridotto di urina (in poche parole: si fa poca pipì molte volte al giorno) e dalla difficoltà ad urinare accompagnata a bruciore o dolore, a volte si sentono come dei brividi di freddo durante la minzione.

Quando l’infiammazione è molto forte potrebbe esserci ematuria (sangue nelle urine) o piuria (pus nelle urine).

Esistono delle condizioni che facilitano l’attacco dei batteri alla vescica. Il fattore di rischio più comune è una scarsa igiene intima poiché, ricordando che i batteri responsabili della cistite popolano l’intestino, è facile che dopo l’evacuazione delle feci, se non ci si pulisce in modo adeguato, risalgano attraverso l’uretra. Anche un’eccessiva igiene intima può essere dannosa, in quanto utilizzando detergenti molti aggressivi (o lavande vaginali) si va ad eliminare quella che è la naturale flora batterica genitale protettiva.

Da sottolineare come anche l’utilizzo di assorbenti interni o esterni, l’utilizzo del diaframma e spermicidi come metodo anticoncezionale e l’impiego di indumenti troppo aderenti e non di cotone possano essere tutti fattori di rischio.

Esiste anche una forte correlazione tra l’insorgere di cistiti o altre infezioni urinarie e alcune pericolose malattie contratte tramite rapporti sessuali non protetti.

Siamo molto più suscettibili a quest’infiammazione quando il nostro sistema immunitario si è particolarmente indebolito e questo può succedere dopo una terapia antibiotica, dopo un breve o lungo periodo di stress eccessivo (sia fisico che mentale) e soprattutto con un’alimentazione scorretta.

Come si può prevenire la cistite?

  • Lavarsi sempre in modo accurato le mani prima di toccare i genitali, questo riduce molto il rischio di infezione.
  • Eseguire un’igiene intima adeguata utilizzando detergenti a Ph acido (4 – 4,5) non più di una volta al giorno e sempre dopo un rapporto sessuale.
  • Detergere le zone intime seguendo la direzione da davanti a dietro, evitando così di trasportare dei batteri dal retto ai genitali.
  • Non aspettare delle ore prima di urinare dopo aver sentito il primo stimolo di bisogno minzionale, l’urina non deve ristagnare troppo tempo in vescica.
  • Se si soffre di episodi frequenti ha senso prevenirli con cure naturali a base di semi di pompelmo, echinacea e altre sostanze che favoriscono la difesa.

Rimedi per la cistite

Il sostegno migliore per una guarigione più veloce lo si ottiene bevendo molta acqua: almeno 1,5 – 2 litri al giorno. In questo modo il numero dei batteri viene diluito non consentendo loro di moltiplicarsi ulteriormente e quindi poi eliminati attraverso la minzione.

Fare una doccia calda o indossare una pancerina spesso e volentieri aiuta a combattere la sensazione dolorifica.

Riuscire a praticare un po’ di esercizio fisico aiuta a fortificare l’organismo e a risvegliare il sistema immunitario, quindi ben venga la corsetta mattutina o l’oretta di palestra.

In caso si sospetti una cistite è sempre consigliabile consultare quanto prima la propria ostetrica per un’eventuale terapia antibiotica e/o un supporto con rimedi naturali.

Dott.ssa Ostetrica Giulia Morelli
Cell: 338 3384978
Visita a domicilio o negli studi:

Ancona, Strada Vecchia del Pinocchio 26B

Ancona, Via Barilatti 7 presso Poliambulatorio Marche Salute

Falconara m.ma, Via G.Marconi 74A

www.giuliamorelliostetrica.net

Fb: Giulia Morelli Ostetrica
E-mail: giuliamorelliostetrica@outlook.it